18 Settembre 2020

I Grandangoli

Visione a 360 gradi

Appello agli edicolanti italiani. Libertà e Verità (25-4-2020)

Spread the love

 

Il paese Italia è vittima di un colpo di stato organizzato da logiche extra-territoriali e planetarie e tu, caro edicolante, in questo specifico momento storico, hai, oltre che la possibilità, anche il diritto/dovere di contribuire alla diffusione capillare sul suolo italiano delle informazioni che seguono. Se lavori in un’edicola o conosci degli edicolanti leggi quespappato articolo fino alla fine e, per piacere, condividilo quanto più possibile.

I DIRITTI SPAZZATI VIA CON UN COLPO DI SPUGNA

La Costituzione della Repubblica, la legge suprema italiana regina sopra ad ogni altra legge, regolamento o disposizione, prevede l’inviolabilità dei diritti fondamentali degli esseri umani sul suolo italiano. Tali diritti, proprio in questo tempo, stanno venendo violentati da leggi incostituzionali e da pubblici ufficiali che troppo spesso si dimenticano di essere anzitutto servitori del Popolo italiano e della Costituzione.

Alcuni di questi diritti stuprati sono:

  • il diritto, previsto dall’art. 16 della Costituzione, alla libera circolazione sull’intero suolo nazionale, attualmente completamente inibito
  • il diritto alla privacy, prevista trasversalmente in numerosi articoli costituzionali, che presto potrebbe venire totalmente compromesso dall’introduzione di app obbligatorie per il tracciamento del singolo cittadino
  • il diritto, sancito dall’articolo 13, a respirare aria pulita, non saturata da anidride carbonica, come invece avviene indossando le mascherine propagandate efficaci per limitare il contagio di un virus
  • il diritto ad una dignitosa, pacifica e gratificante esistenza personale (l’art. 3 Costituzione prevede che sia garantito, ad ognuno, la facoltà di tendere verso “il pieno sviluppo della persona umana”)
  • il diritto alla scelta dei trattamenti sanitari a cui sottoporsi (previsto all’ art. 32) che potrebbe presto essere spazzato via dall’incombente obbligo vaccinale verso cui il nostro paese si sta dirigendo a passi felpati

… e molti altri.

PANDEMIA: IL PRETESTO CHE NON REGGE

Ora, tutto ciò sta avvenendo per mano di un governo mai eletto e con la motivazione della lotta contro una presunta pandemia, ufficialmente impossibile da dimostrare guardando agli stessi dati ufficiali, nonostante il focolaio circoscritto alle zone lombarde.

A supporto di questa tesi, lo stesso dott. Stefano Manera, chirurgo specializzato in anestesia e rianimazione che lavora proprio nell’occhio del ciclone, presso la rianimazione dell’ospedale Papa XXIII di Bergamo, è estremamente chiaro ed inequivocabile: a detta sua infatti, questo virus si può curare con pochi ed economici farmaci già nelle fasi iniziali dell’infezione ed i vaccini che ci vogliono propinare saranno totalmente inutili (e potenzialmente molto pericolosi) dal momento che questo è un virus in continua mutazione e che la sperimentazione di questi vaccini risulta essere incredibilmente frettolosa.

In questo secondo video inoltre, che ben riassume le perplessità espresse dai medici del gruppo della medicina di segnale (735 iscritti all’associazione AMPAS di cui tanti impegnati in prima linea nelle terapie intensive maggiormente colpite) in questo comunicato, risulta lampante come, in effetti, gli stessi dati ufficiali dell’Istituto Superiore di Sanità parlano chiaro: non esiste alcuna pandemia! E’ inconfutabile.

Inutile constatare una volta di più quanto la comunicazione mediatica tradizionale, composta dalle principali testate e televisioni nazionali, si stia prostituendo a servizio di una volontà rivoluzionaria e golpista che mira ad annichilire il bel paese assieme a tutta la sua popolazione.

PERCHE’ LE ATTUALI SANZIONI SONO INCOSTITUZIONALI (DUNQUE CARTA STRACCIA)

La stessa Costituzione prevede, in effetti, la possibilità di derogare ai diritti dell’uomo, in casi circostanziati e di comprovata emergenza, sempre e solo in funzione della Legge. E qui sta il problema: i decreti legge e i DPCM relativi al contrasto della presunta emergenza sanitaria in corso, oltre a non essere supportati dal buonsenso né da una vera e propria pandemia in essere, sono totalmente privi dei requisiti di Legge necessari a tali pesanti ed assurde limitazioni dei nostri diritti.

Per brevità ci rifacciamo a questo articolo Il presidente della Camera Civile degli Avvocati pratesi chiede l’annullamento del DPCM del 10 aprile: “E’ illegittimo”   ma i medesimi argomenti vengono riproposti da innumerevoli avvocati e giuristi, fino a costituzionalisti di spicco come, ad esempio, in questo articolo intitolato “Art. 139 della Costituzione e Diritto/Dovere di Ribellione” il professor Sabino Cassese, giudice emerito della Corte costituzionale.

Tali “leggi” però offrono un ottimo pretesto alle così dette forze dell’ordine per elargire con magnanimità ed abbondanza sanzioni pecuniarie a chiunque scelga di contravvenire alle attuali ferree regole di regime. Di fatto però, in questi tempi di economia congelata, tali multe risultano essere equiparabili più a delle punizioni corporali (non previste in costituzione) che delle contravvenzioni: se sono costretto a scegliere se dare di che vivere alla mia famiglia o pagare una multa, è ovvio che la punizione non ha a più che vedere con una riduzione della disponibilità economica del mio portafogli personale ma piuttosto con il sostentamento mio e della mia famiglia.

Da tutto ciò ne deriva che l’Italia intera è immobilizzata a causa dello spauracchio di un virus estremamente semplice da arginare e dal ricatto continuo di multe e sanzioni prive del minimo buonsenso e previste per reati inesistenti.

COSA PUO’ FARE UN EDICOLANTE COME TE

Ci sono due cose che puoi fare.

1) Condividere questa iniziativa con altre edicole ed edicolanti (questo è molto semplice: basta inoltrare loro il link a questo articolo)

2) offrire ai tuoi clienti la possibilità di informarsi sui propri diritti (compreso l’esercizio di obiezione di coscienza e di libera e pacifica resistenza, entrambe previste dalla Costituzione) e sulle procedure corrette per portare avanti disobbedienza pacifica che abbia il fine di ripristinare la Costituzione Italiana tenendo come direzione il faro della protesta organizzata da Gandhi in India nella prima metà dello scorso secolo.

Per quanto concerne questo secondo punto, devi sapere che già alcuni edicolanti si stanno muovendo, ottenendo un ottimo riscontro tra i propri clienti. Vediamo assieme nel concreto come fare.

COME FARE:

1) A questo link trovi un PDF da scaricare che riassume quali sono i diritti costituzionali che stanno venendo lesi durante l’emergenza COVID19, perché la resistenza alle attuali leggi ingiuste è un dovere, per ognuno di noi, previsto per legge e come interagire con le forze dell’ordine per spiegare la propria posizione in maniera chiara, pacifica ma decisa. Per piacere scaricalo, stampalo e leggilo più volte fintanto che i suoi principi inizieranno a riverberare dentro di te.

2) Stampane una copia e tienila in bella evidenza nel tuo esercizio in maniera che, chi viene a pagare in cassa, si accorga della possibilità di prenderlo.

3) Proponi tale pdf, a chi te lo chiede, ad offerta libera in modo da non venderlo ma di essere comunque in grado di rientrare almeno delle spese di stampa. Puoi anche prevedere una busta di plastica o una cartellina trasparente a contenimento dei fogli ma, per piacere, non cedere alla tentazione di avere un guadagno economico da questa attività: è fondamentale che questo scritto, tolte le spese di “fabbricazione”, rimanga un tuo libero e gratuito contributo alla liberazione degli Italiani dal baratro dittatoriale in cui stanno precipitando.

4) Quando una copia viene presa, stampane immediatamente un’altra e rimettila in bella vista: rimarrai stupito di quanti clienti si dimostreranno interessati all’argomento!

Grazie per aver letto fin qui: ti preghiamo di agire, immediatamente perché rimandare potrebbe costare a tutto il Popolo italiano la perdita definitiva dei suoi diritti costituzionali e, peggio, dei suoi diritti naturali: quelli, come il diritto alla Vita, che non hanno alcun bisogno di carta scritta per essere riconosciuti.

RISORSE AGGIUNTIVE:

Esempio di dialogo pacifico con le forze dell’ordine in caso di controllo

Sulla parte legale:

https://www.gazzettamatin.com/gazzettamatin/2020/04/21/lettera-aperta-di-9-magistrati-perseguiti-illeciti-che-non-esistono/
https://www.tvprato.it/2020/04/la-camera-civile-degli-avvocati-pratesi-chiede-lannullamento-del-dpcm-del-10-aprile-e-illegittimo/
https://extrapedia.org/db/art._139_della_costituzione_e_diritto/dovere_di_ribellione

Sulla parte medica:

https://www.medicinadisegnale.it/?p=1052&fbclid=IwAR3-TZV4UFjuhvM-qyBmm3pUXF58nBt5VnE-wi32VgpQIX4vToDcJh-KP4A
https://www.lecodelsud.it/coronavirus-a-uccidere-sono-microtrombosi-venose-la-tesi-di-un-cardiologo-campano-divenuta-virale